Trova l'immobile giusto per te:
02/70122070 - 02/70105873
spese condominiali

SPESE CONDOMINIALI: A CHI SPETTA FARSENE CARICO?

Le spese condominiali sono sempre una percentuale rilevante da considerare quando si prende in affitto un appartamento o si decide di acquistare una casa.

Le spese condominiali sono l’obbligo di pagamento conseguente all’uso e alla manutenzione delle parti comuni di un condominio.

Nel caso dell’affitto, spesso si creano numerosi problemi rispetto a chi deve pagarle: il proprietario o l’affittuario? Sono numerose le dispute che sono nate da questa domanda ma, proviamo a capire meglio.

 

SPESE ORDINARIE E STRAORDINARIE

Innanzi tutto le spese condominiali si distinguono in:

spese ordinarie: riguardano la normale gestione dell’edificio e comprendono le pulizie, l’illuminazione, la manutenzione del giardino, le riparazioni generiche, la polizza assicurativa, il compenso all’amministratore, i costi di gestione (raccomandata per le assemblee condominiali, la cancelleria ecc.).

spese straordinarie: sono spese di carattere occasionale che coinvolgono l’intero condominio, per esempio il rifacimento della facciata o del tetto, modifiche innovative dell’edificio.

L’articolo 1123 del Codice Civile regola proprio il modo in cui devono essere ripartite queste spese. Questa norma considera sia la misura proporzionale al valore della proprietà sia il grado di fruizione del bene oggetto di spese.

A volte alcuni beni sono utilizzati da tutti in egual misura, pensiamo all’ascensore, ma i proprietari del piano terra non sono tenuti a partecipare a questa spesa a differenza degli inquilini dei piani altri che invece pagheranno una quota maggiore.

Nonostante questo la giurisprudenza considera anche l’uso potenziale del bene, non solo quello effettivo. Un condomino dovrà pertanto pagare le spese di manutenzione dell’ascensore anche nel caso in cui decidesse di non farne uso.

Se il proprietario della casa abita nell’immobile è tenuto a farsi carico lui delle spese condominiali mentre se l’immobile è in affitto, le spese ordinarie gravano sull’inquilino, quelle straordinarie al proprietario. Sempre quest’ultimo dovrà farsi carico dell’assicurazione del condominio e della parcella dell’amministratore. Molte associazioni di categoria hanno creato vere e proprie tabelle con l’indicazione della specifica spesa per andare incontro alle esigenze dei soggetti coinvolti.

Chi acquista una casa è tenuto a pagarne le spese condominiali dell’anno in corso e di quello precedente, stessa cosa in caso di donazione o eredità per cui bisogna stare molto attenti. L’unico responsabile della riscossione e gestione delle quote relative alle spese condominiali è l’amministratore che è tenuto a risponderne anche in sede giuridica. A sua volta lo stesso amministratore può citare in giudizio i condòmini che non saldano le spese dell’anno precedente entro l’anno in corso.

 

Per maggiori informazioni, contattateci qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.