Trova l'immobile giusto per te:
02/70122070 - 02/70105873

Come riconoscere un buon agente immobiliare

Quando si decide di cambiare città per lavoro, di fare il grande passo, di sposarsi o cominciare una convivenza con la propria metà, la prima cosa di cui si ha bisogno è la casa!

Destreggiarsi nel mercato immobiliare di grandi città, come Milano o Roma, appare particolarmente complesso, ancor di più se si è appena arrivati o quando si ha poco tempo e poca esperienza in: contratti, proposte, certificazioni varie ed eventuali. Soprattutto in casi come questi è utile rivolgersi a chi può semplificare un passo di vita tanto importante: l’agente immobiliare.
La scelta di un
buon agente è indispensabile per riuscire ad ottenere la casa dei propri sogni in tempi ragionevoli.

Non tutti gli agenti immobiliari in circolazione sono affidabili, Milano è la città della grande flessibilità immobiliare dove tante persone cercano casa in affitto, in vendita, tante altre cercano un acquirente e via dicendo. In questo marasma generale bisogna non incappare in situazioni spiacevoli, orientarsi nella difficile scelta di un agente immobiliare professionista a cui affidare l’incarico della ricerca di un immobile così come lo si è sempre immaginato. Ci sono una serie di caratteristiche imprescindibili che permettono a tutti di riconoscere un buon agente immobiliare:

CAPACITÀ DI ASCOLTO: prima di tutto il professionista deve saper ascoltare le esigenze di chi si presenta e cercare di fissarle tutte: il budget, il tipo di immobile, la zona ecc.. Se l’agente proporrà degli immobili lontani dalle richieste significa che non ha una buona capacità di ascolto.

TRASPARENZA: è fondamentale che l’agente immobiliare sia trasparente in tutte le fasi della trattativa, non nascondendo alcun elemento, anche se negativo per chi si rivolge a lui.

ORGANIZZAZIONE: per l’agente è indispensabile seguire un’organizzazione ed un ordine nel processo immobiliare seguendo precise strategie commerciali.

RISOLUZIONE DI PROBLEMI: un professionista non si ferma di fronte ai problemi ma cerca di trovare una soluzione anche agli imprevisti che spesso si presentano nelle trattative immobiliari.

TENACIA: non sempre la soluzione immobiliare ricercata arriva immediatamente, è compito dell’agente immobiliare non demordere e mantenere ben chiaro l’obiettivo di concludere la trattativa di acquisto o affitto.

CONTROLLO: un buon professionista ha sempre tutto sotto controllo e non deve mai dare l’idea contraria perdendo il controllo in qualche modo.

Questi sono solo alcuni degli aspetti che permettono di riconoscere un agente immobiliare competente e professionale, il quale deve dimostrare di non lasciare indietro niente e si deve prendere cura al 100% di chiunque decida di intraprendere una trattativa tramite il suo supporto.

Se sei inesperto e ti trovi a dover cercare un agente immobiliare che possa aiutarti, ti invitiamo a scriverci qui e a porci tutte le domande che ti sono venute in mente. Inoltre, se pensi che ci sia una o più caratteristiche di cui non abbiamo parlato e, sono te, è indispensabile tenerne conto, ti invitiamo a commentare questo articolo.

1 Responses to “Come riconoscere un buon agente immobiliare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.